Come riuscire a superare le prove scritte di italiano per l’ammissione ad un concorso. Alcuni suggerimenti

 

Come affrontare nel migliore dei modi la prova scritta di italiano di un concorso? Il primo suggerimento riguarda l’analisi del titolo. Propongo di seguito due tracce che fanno riferimento a concorsi completamente diversi tra loro. La prima traccia fa riferimento ad una passata edizione del concorso per l’arma dei carabinieri , la seconda traccia fa riferimento al concorso per dirigenti scolastici del 2011.

1 TRACCIA

La Stazione Carabinieri conserva intatta la sua validità anche alla luce dell’apporto delle nuove tecnologie che ne rendono più efficace la gestione operativa. Essa costituisce, a pieno titolo, non solo la struttura portante dell’Arma ma,soprattutto, un punto di riferimento irrinunciabile per tutti e un sicuro presidio di ordine e legalità. Il candidato esprima le sue riflessioni al riguardo.

2 TRACCIA
Il Dirigente scolastico, oltre alle funzioni giuridico-amministrative e gestionali sempre più rilevanti, riveste, come carattere primario, il ruolo di educatore, esperto nelle strategie organizzative, maturo nell’interpretare l’Istituzione Scolastica come sistema dinamico che dialoga con il territorio, capace di stimolare e di valorizzare risorse e competenze, affinché ogni alunno possa esprimere in massimo grado tutte le potenzialità di cui è portatore. Dica il candidato quale tipo di formazione e di esperienza culturale ritenga più idonea alla costruzione di una tale figura.

Il primo passo consiste nell’analizzare la traccia in questione, per facilitare questa operazione occorre individuare le parole chiave e distinguerle in paragrafi ben distinti che costituiranno il passaggio logico dell’argomentazione. Ciascun paragrafo si deve collegare attraverso l’uso dei connettivi, un loro uso appropriato è indispensabile per la costruzione coerente del testo.

Evidenziamo le parole chiave della prima traccia:

La Stazione Carabinieri conserva intatta la sua validità anche alla luce dell’apporto delle nuove tecnologie che ne rendono più efficace la gestione operativa. Essa costituisce, a pieno titolo, non solo la struttura portante dell’Arma ma,soprattutto, un punto di riferimento irrinunciabile per tutti e un sicuro presidio di ordine e legalità. Il candidato esprima le sue riflessioni al riguardo.

La prima parola chiave è la stazione dei carabinieri, si inizia a darne una definizione e a delinearne il ruolo, questa prima parola chiave fungerà da premessa. Successivamente si comincia a delineare il ruolo che le nuove tecnologie assumono nella gestione odierna del lavoro e cosa rispetto al passato hanno contribuito a migliorare. Si riprende il collegamento con la prima parola chiave, la stazione dei carabinieri, che fungerà da asse portante per l’argomentazione di tutto il compito, dopodiché si comincia a fare riferimento al ruolo che l’arma svolge nell’ambito della società con riferimento ai valori che la sottendono. Infine si esprimono le considerazioni personali che sono imprescindibili nei testi argomentativi richiesti in questi concorsi.

Evidenziamo le parole chiave della seconda traccia:

Il Dirigente scolastico, oltre alle funzioni giuridico-amministrative e gestionali sempre più rilevanti, riveste, come carattere primario, il ruolo di educatore, esperto nelle strategie organizzative, maturo nell’interpretare l’Istituzione Scolastica come sistema dinamico che dialoga con il territorio, capace di stimolare e di valorizzare risorse e competenze, affinché ogni alunno possa esprimere in massimo grado tutte le potenzialità di cui è portatore. Dica il candidato quale tipo di formazione e di esperienza culturale ritenga più idonea alla costruzione di una tale figura.

Si parte dalla definizione dei ruoli e dei compiti del dirigente scolastico, nella complessità delle definizione si comincia a soffermare l’attenzione su un aspetto specifico di essa accostando la definizione di una nuova idea di sistema scolastico. Entrambe le definizioni avranno cura di evidenziare anche la normativa al riguardo che ne sottolinea le nuove peculiarità, un discorso generico perderebbe il suo valore. Dall’unione di questi due aspetti dirigenza e istituzione scolastica, si procede all’analisi dell’oggetto (del lavoro)-soggetto (attivo) del lavoro scolastico: l’allievo, anche in questo caso si farà riferimento alla normativa e alle teorie pedagogiche più moderne. Infine non si mancherà di esprimere le proprie idee personali tipiche del testo argomentativo, la cui struttura è auspicabile che si conosca.

Evidenziare le parole chiave del titolo, prima di procedere alla scrittura del testo , serve per evitare il rischio che si tralasci di sviluppare aspetti richiesti dalla traccia.

Se state preparando un concorso e desiderate ricevere una consulenza sulla preparazione alla prova scritta del tema potete scrivere a [email protected]

Share in top social networks!