Il realismo pittorico della lingua è una strategia  usata da Charles Dickens uno scrittore che fece della parola uno straordinario strumento, forgiando uno stile che brilla per ricchezza e immagini, fulgido e arguto. Come in occasioni in cui, per rimarcare concetti e similitudini, non esita a ripetere dei nomi, dei termini, in modo ossessivo, come in questo brano, tratto da … Continua a leggere

Risorse del web per autori esordienti e non

Come autori si avverte l’esigenza di promuovere il proprio libro perché raggiunga il maggior numero di lettori possibili, sia che siamo autori auto pubblicati sia che abbiamo alle spalle una casa editrice- a meno che quest’ultima investa su di noi un’ enorme campagna pubblicitaria – la smania di essere letti induce a chiederci come fare per aumentare la nostra popolarità. … Continua a leggere

Il lavoro dello scrittore

Per molto tempo pensando ala lavoro dello scrittore avevo difficoltà a collegare l’idea del lavoro con le sue regole, i suoi ritmi, la sua sistematicità, all’attività creativa dello scrivere,  a cui associavo invece libertà, istinto, ispirazione. L’esperienza prima di tutto mi ha insegnato che la libertà non è un dato acquisito ma una conquista, l’istinto e l’ispirazione sono una guida, … Continua a leggere

Il fascino degli incipit nei romanzi

Gli incipit dei romanzi mi affascinano molto, indicano l’andatura di una storia che mi coinvolgerà, che mi accoglierà nelle maglie della sua vita e mi accompagnerà nel fluire della mia. Storie che si intrecciano. Gli incipit sono l’avventura che inizia e devono renderne l’idea. Nel romanzo preghiera per Cernobyl della scrittrice Svetlana Aleksieviҫ, l’incipit assume un tono confidenziale come se dinanzi … Continua a leggere

Il fascino degli incipit nei romanzi

Gli incipit dei romanzi mi affascinano molto, indicano l’andatura di una storia che mi coinvolgerà, che mi accoglierà nelle maglie della sua vita e mi accompagnerà nel fluire della mia. Storie che si intrecciano. Gli incipit sono l’avventura che inizia e devono renderne l’idea. Nel romanzo preghiera per Cernobyl della scrittrice Svetlana Aleksieviҫ, l’incipit assume un tono confidenziale come se dinanzi … Continua a leggere

Il narratore inaffidabile

  Il narratore inaffidabile (denominazione utilizzata per la prima volta da Wayne C. Booth nel suo saggio The Rethoric of Fiction):  è quel  narratore che altera i fatti in base alla propria prospettiva, costringendo il lettore a mettere in discussione, spesso soltanto alla fine dell’opera, la sua credibilità, e a rivalutare dunque l’intera vicenda. L’effetto che si produce utilizzando questa strategia … Continua a leggere

Sovvertire le regole di scrittura: l’anacoluto

Qualunque regola può essere infranta, purché la si conosca, sbagliare per ignoranza è invece solo un errore. Per esempio la regola ferrea che vieta di inserire una virgola tra soggetto e verbo può essere sovvertita dall’anacoluto. Che cos’ è l’anacoluto?  L’anacoluto è un costrutto retorico  in cui non è rispettata la coesione  tra le varie parti della frase, infatti,  una frase viene interrotta … Continua a leggere

I dettagli narrativi: un ricamo di parole

Cos’ hanno di meraviglioso i classici? Non deludono mai, che ti piacciano o meno hanno sempre qualcosa da dirti, un messaggio da sussurrarti all’orecchio. Un messaggio capace di assumere sfumature diverse e di sfidare il tempo, di presentarsi con uno stile capace di rendere intenso anche il dettaglio più insignificante. Questa riflessione mi viene in mente dopo aver letto Buio … Continua a leggere