Informazioni su pamela serafino

Pamela Serafino è nata a Lecce dove tutt’ora vive e lavora. Ha conseguito una laurea in lettere e una in filosofia. Docente di materie letterarie nella scuola media, è pubblicista dal 2001. Ha pubblicato il saggio letterario linguistico Emigranti salentini si raccontano, Argo 2006; il saggio letterario Il tempo regressivo nei giovani di Tozzi nel collettaneo Le identità giovanili raccontate nella letteratura del Novecento, Manni 2006, ha tradotto dal francese il romanzo di Panait Istrati, Mediterraneo al calar del sole, Argo e , insieme all’editore, ha tradotto dal francese il manuale di letteratura araba, H. Toelle, K. Zakharia, Alla scoperta della letteratura araba dal VI sec. ai nostri giorni, Argo 2009. Ha pubblicato una raccolta di racconti minimalisti Balenii d’esistere, Edizioni l’uomo e il Mare 2004. Attualmente è in fase di pubblicazione il suo romanzo L’ Amore fuggitivo, Edizioni Progetto Cultura. Appassionata di letteratura, ha curato l’introduzione di numerosi libri di narrativa, collabora attivamente con l’associazione culturale di Lecce Mimose, con cui ha organizzato diversi eventi culturali, dalla presentazione di libri a mostre pittoriche. Ha collaborato e collabora con numerose riviste letterarie (Symbolon rivista universitaria, Il Corsivo, Espresso Sud, ecc) riviste on line (Corriere Salentino, Librieescrittori ecc) dedicandosi soprattutto alla recensione di libri. Da alcuni anni tiene corsi di scrittura creativa presso le scuole di ogni ordine e grado e per conto di associazioni culturali.

La tecnica del ricalco

La fantasia si esercita, la tecnica di scrittura anche. Un ottimo esercizio per affinare entrambe è quello della tecnica a ricalco. E’ vero che la parola “ricalco” dà un po’ l’idea del copiare, ma un buon esercizio prevede anche questi passaggi. La storia a ricalco consente di elaborare una storia da un’altra storia estrapolando la trama del racconto e le … Continua a leggere

Ricamare un libro: la storia di Ismael che ha attraversato il mare

Sapete ricamare un libro? Questa immagine metaforica rende l’idea di quanto sia complesso mettere mano alla materia narrativa , unire le varie parti del testo in maniera tale da effettuare voli avanti e indietro nella vicenda, aumentare la tensione narrativa e parimenti riprendere emozioni, sensazioni, esperienze , ricollegandole in modi diversi, leggendo mi piace analizzare le soluzioni che individuano i … Continua a leggere

Immedesimarsi in un oggetto: la lezione linguistica di Francis Ponge

“È con facilità che vorrei si entrasse in ciò che scrivo. Che ci si trovasse a proprio agio. Che si trovasse tutto semplice. E però che tutto fosse nuovo, inaudito: illuminato con naturalezza, un nuovo mattino. Francis Ponge” Il linguaggio non è materia amorfa tra le mani dello scrittore, il linguaggio è immedesimazione, aderenza alle cose,  alla natura della  visione … Continua a leggere

Il sogno di scrivere di Roberto Cotroneo

Come si scrive un buon libro di narrativa? Quali sono le regole da seguire , gli errori da evitare? Sono le domande che si pone più di frequente chi inizia a scrivere?  Roberto Cotroneo nel suo libro Il sogno di scrivere prova a rispondere  ribaltando  le regole del gioco: punta alla sostanza.  La sostanza dello sguardo del narratore che oltrepassa … Continua a leggere

Ogni personaggio è una voce narrante, l’esempio di Anita Nair

I libri più interessanti sono quelli che riescono ad aprire prospettive di vita,  che nascono, probabilmente, dal reale bisogno dell’autore di esprimere qualcosa per cui la scrittura di un libro è solo secondaria a questo fine. Interrogativi per evadere una realtà che ci sta stretta, che esplora la strada giusta capace di farci stare bene. L’ultimo libro che ho letto: … Continua a leggere

GLI AFORISMI

Negli ultimi anni mi è capitato di interessarmi sempre maggiormente al mondo degli aforismi, sono sempre stata amante dei libri, delle parola narrativa, ma  la mia attenzione non si era mai soffermata a lungo su questa espressione letteraria, molto probabilmente complice l’uso che se ne fa sui social, mi ha indotto ad approfondire l’argomento. L’aforisma è una massima che esprime … Continua a leggere

Pillole di stile: l’esempio di Isabelle Allende

Stile è la capacità di rendere unica la propria narrazione, riconoscibile tra mille, acquisire uno stile personale è l’operazione principale che uno scrittore deve compiere, riconoscere la propria voce, imparare a gestirla, sfumarla, inserirla nelle pieghe della narrazione. E’ lo stile che ci fa amare uno scrittore. Lo stile di Isabelle Allende si distingue per quell’aura fantastica con cui intona … Continua a leggere

Gemelle imperfette: tradurre il dolore in poesia

Come rappresentare la crudeltà in un’ opera narrativa? La forza descrittiva delle immagini, il suono delle parole che si ricompongono in una scena, quanto devono essere accentuati per non eccedere nel gusto del voyerismo o al contrario turbare così tanto da non far reggere la lettura? Prima di cominciare a leggere il libro Gemelle imperfette dell’autrice Affinity Conar ,  che … Continua a leggere

Giocare con le rime: i rimari

La rima che nei poeti classici era solo causale, divenne uno dei fattori principali della metrica accentuativa, quando decadde il senso della quantità delle sillabe. La rima unisce due o più versi, i quali finiscono con parole identiche dall’ accento tonico in poi. Due versi risultano dunque rimati tra loro se sono foneticamente identici dall ‘ultima vocale accentata in poi. La … Continua a leggere

Programmi di scrittura: y Writer, Storybook, Celtx

Esistono diversi programmi di scrittura destinati agli autori che servono da aiuto per organizzare alcuni elementi del loro lavoro. Tra questi personalmente ho trovato interessante yWriter semplice ed efficace è anche molto completo. Il programma free yWriter è compatibile sia con Windows che con Linux. Il software suddivide il romanzo (o la sceneggiatura) in capitoli e scene che vengono raggiunti con la stessa interfaccia. Ciascun capitolo può contenere … Continua a leggere