Le descrizioni del paesaggio e il carattere del personaggio. L’esempio di G. Deledda

    Le descrizioni paesaggistiche dei romanzi ottocenteschi e del primo Novecento hanno un fascino intramontabile, la capacità di legare gli sfondi , i paesaggi agli umori dei personaggi, alle loro passioni, alle loro azioni all’evoluzione della loro vita, una capacità evocativa intramontabile. Ancora oggi abituati come siamo all’immediatezza delle immagini di una fotografia, di un filmato facilmente accessibile, è … Continua a leggere

L’uso degli aggettivi nella narrazione

  “Era una città fatta di mattoni rossi, o meglio di mattoni che sarebbero stati rossi se il fumo e la cenere lo avessero permesso; ma per come stavano le cose, era una città innaturalmente rossa e nera, come il volto dipinto d’un selvaggio. Era una città di macchinari e di lunghe ciminiere, dalle quali strisciavano perennemente interminabili serpenti di … Continua a leggere

Le diverse sfaccettature del romanzo fantastico

  Nel genere del romanzo fantastico si possono comprendere opere molto diverse per contenuti, struttura , stile. Ciò che le accomuna tutte è che tendono a oltrepassare la visione consueta della realtà, quella che si presuppone condivisa, oggettiva, di senso comune, per mostrare una realtà in parte o in tutto diversa. I romanzi di fantascienza , per esempio quelli di … Continua a leggere

Il romanzo poliziesco e i suoi investigatori

  Il romanzo poliziesco è uno dei generi di maggior successo della letteratura di intrattenimento. In Italia è chiamato comunemente giallo, nome che viene dal nome di copertina di una collana di polizieschi pubblicata dall’editore Arnoldo Mondadori a partire dal 1929. Le caratteristiche basilari del poliziesco sono note: un delitto, un investigatore, gli indizi, le ipotesi e lo sviluppo delle … Continua a leggere

Io scrittore un torneo letterario gratuito

  Segnalo un iniziativa interessante per gli scrittori esordienti: Io scrittore un torneo letterario italiano gratuito promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol e dai suoi editor Consiglio inoltre di scaricare l’ebook disponibile gratuitamente con i suggerimenti di grandi autori bestseller su come scrivere un incipit di successo   gli autori sono: Donato Carrisi, Glenn Cooper, Clara Sánchez, Wulf Dorn, Valentina D’Urbano, … Continua a leggere

I dialoghi nella narrazione

  A volte i dialoghi svolgono un ruolo essenziale nella costruzione di un racconto, ma perché siano efficaci è importante che siano parte integrante della struttura narrativa di cui devono rispettare il ritmo e lo stile. In altre parole i dialoghi non devono essere un espediente per rendere più semplice la narrazione né devono costituire un corpo di parole scollegato … Continua a leggere

Riflessioni sullo spazio nel romanzo di Fioly Bocca, Ovunque tu sarai

  Sin dalle prime pagine dei libri è possibile intuire lo scenario che si aprirà nella trama. A volte lo scrittore lascia cadere lungo la pagina scritta indizi, gli indizi sono concetti che si allargano in campi semantici che a volte si contrappongono. “Ci sono giorni perfetti per essere felici. Me ne sto seduta su questa panchina di Murazzi, mentre … Continua a leggere

Una lezione di George Simenon

  Si può anticipare qualcosa sull’evoluzione della storia narrata per suscitare la curiosità del lettore. Si possono anticipare dettagli, indizi di un evento o anche personaggi che non sono ancora entrati in scena nella vita del protagonista.  Le informazioni possono ammiccare a poco a poco per invogliare a leggere oltre, quasi come se si presentassero. Questa straordinaria capacità “artigianale” di … Continua a leggere

Il romanzo giallo e l’intreccio dei personaggi

  Le relazioni che intrattengono tra loro i personaggi sono essenziali per caratterizzarli e renderli quindi vivi, plastici, non semplici personaggi di carta, basati sulle descrizioni di parole. I personaggi vivono la loro vita, esprimono il loro carattere anche interagendo con gli altri. I personaggi, infatti, non solo  agiscono da soli, pensano e parlano da soli ma, come accade nella … Continua a leggere

Annarosa Mattei, l’originalità dello stile e l’uso del tempo straniato

  Come tradurre la propria esperienza personale, il ricordo, in una trama narrativa non scontata? La scrittrice Annarosa Mattei nel suo romanzo Una ragazza che è stata mia madre,inventa una prosa narrativa in grado di rendere indistinti i piani temporali che si legano al ricordo. Il tempo del racconto si sfalda in una serie di quadri che hanno come unico … Continua a leggere